Mese: Ottobre 2005

Categories: Organizzazioni

Mese: Ottobre 2005

Selznick

Far funzionare un’organizzazione è un’attività necessaria e specializzata, tale da porre dei problemi che nulla hanno a che fare con i fini (originari) o dichiarati dall’organizzazione stessa e che spesso sono del tutto opposti a questi. Il comportamento di routine del gruppo è tutto dedicato a problemi specifici e fini parziali che hanno importanza solo... Continue reading: Selznick

Merton

La ricerca empirica, se feconda, non soltanto verifica ipotesi derivate teoricamente, ma dà anche origine a nuove ipotesi. Ciò potrebbe essere definto la componente di serendipity della ricerca, cioè la scoperta, dovuta alla fortuna o alla sagacia, di risulati ai quali non si era pensato.

Parsons

Un’organizzazione non si limita a operare in un ambiente sociale che impone le condizioni che governano i processi di disposizione e di reperimento [delle risorse], essa è anche parte di un più ampio sistema sociale che è la fonte del significato, della legittimazione e del sostegno di più alto livello che rende possibile la realizzazione... Continue reading: Parsons

Crozier

La burocrazia è un’organizzazione che non può correggere il proprio comportamento imparando dai propri errori.

Simon

È possibile derivare una funzione di utilità solo se le scelte sono coerenti e transitive. Esiste oggi una mole considerevole di prove del fatto che le scelte umane spesso non sono coerenti nel modo richiesto per l’esistenza di una funzione di utilità. Il comportamento razionale esige modelli semplificati che includano gli elementi essenziali del problema... Continue reading: Simon

Barnard

Un sistema cooperativo è un complesso di componenti fisiche, biologiche, personali e sociali che si trovano in relazione specifica e sistematica grazie alla cooperazione di due o più persone per almeno un fine definito. Ciò che è importante non è quello che muovere il masso significa per ciascun uomo personalmente, bensì quello che egli pensa... Continue reading: Barnard

Burocrazia

Vedi ancheAMMINISTRAZIONE – BARNARD – CROZIER – ETZIONI – GOULDNER – KELSEN – MERTON – SIMON – WEBER Concetti e parole chiaveConseguenze inattese – Gerarchia d’ufficio – Modelli di leadership – Tipi ideali SpiegazioneE’ con gli straordinari cambiamenti istituzionali, politici ed economici conseguenti alla rivoluzione francese prima, all’affermazione degli Stati nazionali in Europa, alla nascita... Continue reading: Burocrazia

Weber

Se gli uomini non tentassero continuamente l’impossibile, il possibile non verrebbe mai raggiunto. La burocrazia è tra le strutture sociali più difficili da distruggere. Ogni conoscenza concettuale della infinita realtà da parte dello spirito umano finito poggia […] sul tacito presupposto che soltanto una parte finita di essa debba formare l’oggetto della considerazione scientifica, e... Continue reading: Weber

Per genio e per caso

[…] I due scienziati sono Francis H.C. Crick e James D. Watson, che nel mitico Cavendish Laboratory dell’Università di Cambridge hanno scoperto il modello a doppia elica della struttura molecolare dell’acido desossiribonucleico, conosciuto ai più come DNA.Jerry Donohue è invece il giovane cristallografo statunitense che per un certo periodo soggiorna al Cavendish e che secondo... Continue reading: Per genio e per caso

Serendipity

Il modello della serendipity si riferisce all’esperienza, abbastanza comune, che consiste nell’osservare un dato imprevisto anomalo e strategico, che fornisce occasione allo sviluppo di una nuova teoria o all’ampliamento di una teoria già esistente.Ciascuno di tali elementi del modello può venire descritto facilmente.Prima di tutto, il dato è imprevisto. Una ricerca diretta alla verifica di... Continue reading: Serendipity

Organizzazione

Secondo il dizionario De Mauro della Lingua Italiana (Paravia) il termine ORGANIZZAZIONE ha tra i suoi significati di largo uso: 1. l’organizzare, l’organizzarsi e il loro risultato; 2. il modo in cui é organizzato un lavoro, una struttura, ecc.; 3. una qualsivoglia struttura organizzata per conseguire un fine comune; 4. l’insieme delle persone che operano... Continue reading: Organizzazione

Istruzioni per l’uso

Qualche informazione e una sola importante regola.1. Nella parte destra del blog, ci sono le informazioni cosiddette di servizio (orari delle lezioni e di ricevimento, date esami, programmi, libri di testo, ecc.), l’elenco dei post pubblicati, l’archivio, alcuni link.2. La parte sinistra è quella dedicata alle interazioni e ai dibattiti. 2.1. Dopo ogni lezione sarà... Continue reading: Istruzioni per l’uso

Perché questo blog

E’ di qualche settimana la notizia di una ricerca condotta all’Università della Tecnologia di Sidney dalla quale risulterebbe che l’utilizzo dei blog aiuta gli studenti a pensare e a scrivere con maggiore senso critico e che attraverso i blog anche gli studenti più ritrosi riescono a manifestare le proprie convinzioni, ad esprimersi e a partecipare... Continue reading: Perché questo blog

Indice lezioni III° Anno (II° Modulo 3 CFU)

Lezione 1111.1. Il futuro del sensemaking Lezione 1010.1. Processi di sensemaking guidati dall’azione Lezione 99.1. Processi di sensemaking guidati dalle credenze Lezione 88.1. La sostanza del sensemaking Lezione 77.1. Occasioni di sensemaking Lezione 66.2. Risorse importanti per il sensemaking organizzativo6.1. L ‘organizzazione in una prospettiva di sensemaking Lezione 55.2. Guidato dalla plausibilità più che dall’accuratezza5.1.... Continue reading: Indice lezioni III° Anno (II° Modulo 3 CFU)

Indice Lezioni III° Anno (I° Modulo 3 CFU)

Lezione 1111.2. Discussione e valutazione dei contributi degli studenti11.1. Processi cognitivi e analisi organizzativa Lezione 1010.1. L’apprendimento organizzativo Lezione 99.2. Il concetto di script9.1. Il concetto di cultura organizzativa Lezione 88.3. Selezione, isomorfismo e pluralità delle specie8.2. Onere della novità e impriting8.1. Ecologia delle popolazioni organizzative Lezione 77.1. L’economia dei costi di transazione Lezione 66.4.... Continue reading: Indice Lezioni III° Anno (I° Modulo 3 CFU)

Indice Lezioni II° Anno (3 CFU)

Lezione 1111.1. Concetto di Serendipity e sue caratteristiche Lezione 1010.4. Weick10.3. Kunda10.2. Martin10.1. Schein Lezione 99.2. Hannan e Freeman9.1. Stinchombe Lezione 88.2. Ouchi8.1 Williamson Lezione 77.4. Miles e Snow7.3. Piore, Sabel e Zeitlin7.2. Touraine7.1. Taylor Lezione 66.3. Powell e Di Maggio6.2. Meyer e Rowan6.1. Selznick Lezione 55.2. Merton5.1. Parsons Lezione 44.3. Crozier4.2. Simon4.1. Barnard Lezione... Continue reading: Indice Lezioni II° Anno (3 CFU)

Programma

Programma II° Anno 3 CFU Il corso si propone di offrire agli studenti, attraverso lo studio degli autori più significativi e l’approfondimento delle relazioni tra loro esistenti, l’insieme di elementi e di strumenti concettuali ed analitici necessari per ripercorrere le tappe più importanti della storia del pensiero organizzativo.Particolare rilevanza sarà data, nella seconda parte del... Continue reading: Programma

L’amore addosso

Sfondo bianco. Linee nere e rosse che si cercano. Si intrecciano. Si fuggono. Dama di cuori. L’amore addosso. Pensieri che sanno di tempesta. Occhi che dicono di malinconia. Fuori solamente pioggia. Mentre il racconto va. Nel’aria odore di sogno. Domani poi chissà.