Istruzioni per l’uso

Qualche informazione e una sola importante regola.
1. Nella parte destra del blog, ci sono le informazioni cosiddette di servizio (orari delle lezioni e di ricevimento, date esami, programmi, libri di testo, ecc.), l’elenco dei post pubblicati, l’archivio, alcuni link.
2. La parte sinistra è quella dedicata alle interazioni e ai dibattiti.
2.1. Dopo ogni lezione sarà pubblicato un indice (naturalmente sintetico) dei temi svolti e ciò vi permetterà di proporre domande, considerazioni, arricchimenti.
2.2. Periodicamente saranno pubblicati degli approfondimenti su specifici temi e anche in questo caso vale quanto detto sopra riguardo alle possibilità di interagire.
3. Potete proporre anche voi temi, argomenti, esperienze, riflessioni, da discutere, a patto naturalmente che siano inerenti al tema (strutture e processi organizzativi) che, come vedrete, è molto largo.
4. La sola regola è data dal rispetto della netiquette. Niente scemenze, cose volgari o offensive. (Peraltro, non ne vale la pena, dato che il nostro blog non è certo destinato al grande pubblico e che il blog viene aggiornato quotidianamente).

0 thoughts on “Istruzioni per l’uso

  1. caro prof. come va?questa è l’ora che preferisco per chiacchierare via e-mail(sempre che non mi addormenti prima!).Lei,in sole 2 lezioni, mi ha comunicato una certa fiducia quindi non ho problemi a dire ciò che penso.Durante la prima lezione lei ha usato un’espressione che utilizza spesso un personaggio che per me è un grande:padre Alex Zanotelli!Ho letto diversi suoi libri e lo seguo in molti dibattiti tra avellino e napoli.Proprio quell’espressione:”avere la capacità di accogliere il punto di vista dell’altro”,le ha dato la possibilità di guadagnarsi la mia fiducia,perchè è un’espressione che accompagna la mia vita e quella della mia associazione da diversi anni.Bhè,lei oggi ci ha lanciato una provocazione:gli elementi che caratterizzano le organizzazioni che accompagnano la nostra vita.La mia prima organizzazione è un’associazione di volontariato che riunisce giovani impegnati per raggiungere un obiettivo comune:lavorare per un mondo migliore!Ci tengo a precisare che non sono un’idealista,anzi sono una persona molto concreta che lavora per una cultura e un’educazione alla pace,ai diritti,alla legalità.Potrei raccontarle delle mie esperienze in giro per l’Italia con Libera,associazioni contro le mafie;oppure dei banchetti informativi ed espositivi riguardo il Commercio equosolidale in giro per avellino e provincia;le potrei raccontare ancora della mia missione in Albania…magari lo farò un’altra volta!Penso che anche le organizzazioni familiari siano un concetto importante,oggi si parla di famiglia industriale e si tende troppo spesso a dimenticare le vecchie e sagge tradizioni:la mia famiglia è la perfetta contraddizione tra una famiglia che si è industrializzata e una famiglia che ha saputo conservare le tradizioni,ad esempio noi della famiglia siamo tutti presi dal lavoro e dal tempo,ma in occasioni specifiche come la vendemmia o l’uccisione del maiale,ci riuniamo per festeggiare…vi assicuro che sono momenti eccezionali!Direi che ho proprio esagerato,v’aggio fatto na capo ‘e chiacchiere!a domani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *