Il cielo in un sito. Tutte le stelle di internet

Written by
Categories: Unità

Vi ricordate di Filemazio? Sì, proprio lui, il “protomedico, matematico, astronomo, forse saggio”, forse realmente vissuto e forse no, tormentato protagonista di Bisanzio, una delle tante belle canzoni di Francesco Guccini?
E’ diventato anche lui un sito web. Che si propone, come scrivono gli autori, di “raccontare in modo veloce ed immediato cosa viene scritto dalla stampa in tema di ricerca scientifica.
Filemazio mette a disposizione dei visitatori una rapida panoramica degli articoli a tema scientifico che appaiono sui giornali, presentandoli con una divisione per grandi temi (Medicina, Astronomia ed Astronautica, Ambiente, Bio & Biotech, Fisica) e si rivolge a chiunque (ricercatori, medici, insegnanti e studenti) abbia interesse per il mondo della Scienza”.
L’indirizzo del sito è www.filemazio.net e se almeno una volta nella vita vi siete chiesti se discendiamo dai topi o dalle scimmie o che cosa ci fanno tutti quei puntini luminosi lassù nel cielo vi suggeriamo di visitarlo.
E a proposito di puntini nel cielo che ne direste di fare un salto su Astrofili.org, il portale per l’astronomia? Ci troverete tantissime cose davvero interessanti. Rubriche come “Il cielo del mese”, “L’universo per tutti”, “Mitologia”; Mailing lists, Newsgroups, Icq astro list; Chat #Astronomia; approfondimenti su temi come “Attività solare”, “Comete & Meteore”, “Asteroidi” “Occultazioni Lunari”; e poi ancora “Iniziative & Novità”, “Riviste astronomiche”, “Studiare astronomia”, “Acquisti online”, “Astrosearch”, “Filmati astronomici”, “Links”.
Assolutamente da non perdere “Astro VRML”, la ricostruzione virtuale tridimensionale dello spazio, e “Canali NASA”, 12 webcam in diretta dal Kennedy Space Center.
Ancora sul tema, ma dedicato in particolare a tutti quelli a cui non dispiace fare ogni tanto un tuffo nel passato consigliamo di cliccare su Dinosauri.
Potrete così scoprire quali sono le differenze tra gli Ornitischi e i Saurischi; in che cosa gli Ipsilofodontidi si distinguono dai Ceratosauridi o dagli Archeopterigidi; quali sono i carnivori e quali gli erbivori (informazione che per i comuni mortali, quelli come noi che quando sentono parlare di clonazione temono che presto o tardi ci capiterà di incrociarne uno all’imbocco della tangenziale, può essere molto utile non solo per ragioni culturali).
Ancora sui dinosauri, leggete questa: “I dinosauri erano giganteschi animali. Alcuni erano erbivori e altri carnivori. Alcuni si chiamavano tirannosauro rex, velociraptor e c’erano tanti altri. Per fortuna gli uomini non esistevano. Gli uomini stavano ancora in cielo”. E’ il pensiero di una bambina. Che trovate insieme a quelli di un po’ di altri suoi coetanei. Non perdeteveli.

Write a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *