Cittadini per la Costituzione

Potremmo iniziare ricordando che noi di viva la scuola medium è da tempo che insistiamo sulla questione. Che ribadiamo la necessità di non confinare il fenomeno violenza nella scuola, il bullismo, nell’ambito della devianza. Che ribadiamo l’importanza dell’educazione alla cittadinanza. Che insistiamo sul ruolo che le scuole di ogni ordine e grado, a partire dalle elementari, possono avere su questo terreno. Sul ruolo delle famiglie. E dei tanti soggetti, istituzionali e non, che a vario titolo usiamo definire “società civile”.

Ci piace di più cominciare ribadendo quanto sia importante l’attenzione che finalmente si sta determinando intorno al tema. E ancora di più l’insistenza con la quale il Ministro Fioroni ribadisce che bisogna, a partire dalla scuola, parlare a tutti. Affermare il valore della legalità, del rispetto, dell’ascolto. Per quanto ci riguarda continueremo naturalmente a stare sul punto. E a promuovere tutte le iniziative che si muovono nella giusta direzione.

Come quella promossa dall’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori e dall’Associazione Amici dell’Università Cattolica che si rivolge agli studenti delle scuole elementari e medie. Di cosa si tratta? Del concorso Cittadini … per Costituzione che, spiegano i promotori, “intende condurre i ragazzi a scoprire l’importanza e il valore della nostra Costituzione; educarli a renderla parte della loro coscienza civile”.

Tre le finalità principali:
“Conoscere lo spirito e le parti fondamentali della Costituzione italiana.
Rendere consapevoli bambini e ragazzi che si è cittadini già dalla loro età.
Offrire un’occasione di collaborazione tra diverse realtà educative e culturali: scuola, famiglia, dipartimenti e centri di ricerca universitari, riviste, associazioni, case editrici”.

Come si svolge il concorso?
“I ragazzi sono invitati a coniare uno slogan relativo ad un articolo della Costituzione e, su di esso, a realizzare un manifesto. Il formato previsto è cm 50 x cm 70. La tecnica è libera. L’articolo dovrà essere riportato sul retro e accompagnato dalla scheda di partecipazione con le generalità anagrafiche dell’autore del manifesto (anche con la classe, la scuola di appartenenza e i dati dell’insegnante di riferimento). I lavori – anche se non pubblicati – non verranno restituiti”.

Il concorso scade venerdì 16 marzo 2007, data entro la quale gli elaborati all’Associazione Ragazzi Amici dell’Università Cattolica in via Santa Valeria 1 – 20123 Milano.
Per compilare la scheda di partecipazione  basta collegarsi con il sito all’indirizzo http://www3.unicatt.it/pls/unicatt/consultazione.mostra_pagina?id_pagina=13802

Buona partecipazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *