Acqua, regina della navigazione in Internet

Conoscete Andrea?
No, non stiamo parlando del vostro compagno di classe. E nemmeno di quella ragazza carina e un po’ lentigginosa che avete conosciuto durante la vostra vacanza studio a Londra. Parliamo di ANDREA, l’Archivio Nazionale di Documentazione e Ricerca per l’Educazione Ambientale. Che vale la pena conoscere per almeno due ragioni.
La prima è la banca dati, con la ricerca guidata che permette di scegliere per soggetti e per proposte educative, la ricerca mirata per enti, esperienze, attività, materiali e la ricerca avanzata per chi vuole ampliare le condizioni di ricerca e impostare il formato dei tabulati.
La seconda “Il nostro mondo”, un software didattico pensato per l’educazione ambientale nella scuola e nei laboratori territoriali con l’obiettivo di promuovere lo scambio tra scuole di diverse parti di Italia e tra gli studenti e il loro territorio.
“Il prodotto – spiegano gli autori – ha una interfaccia prevalentemente grafica ed offre quattro diversi spazi di lavoro: ‘Esplorare il mondo dentro e fuori la scuola’, una banca dati contenente informazioni e consigli per ricerche d’ambiente; ‘Discutere con gli altri’, un forum per confrontare opinioni, chiedere informazioni o condividere esperienze; ‘Cercare indirizzi per comunicare’, un indirizzario per comunicare con esperti, con altre classi o consultare altri prodotti informatici sull’ambiente; ‘Produrre informazioni’, dove i bambini possono inserire i propri documenti relativi all’ambiente studiato”.
Partecipate dunque, e state sicuri che nulla verrà disperso. Il software permette infatti di archiviare i diversi lavori dei bambini che diventano in questo modo una memoria in continua espansione per chi vuole progettare nuove esperienze e per chi intende fare ricerca nell’ambito dell’educazione ambientale.
E restiamo sul tema con WWW on Water un progetto di educazione ambientale mirato alla costruzione di un ipertesto aperto e condiviso su internet, sviluppato con scuole della provincia di Livorno, sotto la guida e coordinamento dell’IRRSAE Toscana in collaborazione con Provveditorato agli Studi, Comune e Provincia di Livorno.
Come è chiaro fin dal titolo, la protagonista indiscussa dell’ipertesto è l’acqua. L’acqua nella natura e come fonte di salute e benessere ma anche nell’arte, nell’inconscio collettivo, nelle religioni.
Non solo acqua ma anche aria, clima, fauna, vegetazione troverete invece su Ambiente@scuola l’ambiente umbro visto e raccontato dai bambini.
Al progetto, davvero molto bello, partecipano 10 scuole medie e 6 elementari umbre con risultati estremamente interessanti. Perché non prendere spunto? E provare a realizzare l’Italia verde vista dai bambini? Si accettano candidature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *