Youschool.it

E’ nata a Napoli la “tube school” fatta dai ragazzi

Vero. Oggi più che mai. Napule è mille culure. Come cantava Pino Daniele nel suo mitico album d’esordio (l’anno era il 1977, l’album era Terra mia, “Napule è” era il pezzo d’apertura).
Napoli è i colori di una speranza che troppo spesso sembra destinata a perdersi come lacrime nella pioggia (ancora una citazione, l’anno questa volta è il 1982, il film è Blade Runner, la scena quella finale).

Napoli è i colori di stati di essere, e di modi di fare, che ricordano sempre più da vicino quelli dei marinai imbarcati a bordo dei legni e dei bastimenti della Real Marina Borbonica allorquando, in occasione delle visite a bordo delle Alte Autorità del Regno, veniva loro impartito il comando “Facite Ammuina” (“All”ordine Facite Ammuina: tutti chilli che stanno a prora vann” a poppa e chilli che stann” a poppa vann” a prora: chilli che stann” a dritta vann” a sinistra e chilli che stanno a sinistra vann” a dritta: tutti chilli che stanno abbascio vann” ncoppa e chilli che stanno ncoppa vann” bascio passann” tutti p”o stesso pertuso: chi nun tiene nient” a ffà, s”aremeni a ”cca e a ”llà”).

Napoli è i colori della voglia di provarci ancora. Di ricominciare. Almeno da tre (l’omaggio è naturalmente al grande Massimo Troisi).

Facciamo un esempio?
Provate a cliccare su www.youschool.it.
E vi ritroverete nella home page del Progetto YouSchool – la bella scuola.

L’idea?
Come scrivono i promotori dell”iniziativa, “Avvicinare i ragazzi alla scuola utilizzando gli strumenti a loro più familiari. Dare ai ragazzi uno spazio dove raccontare le loro esperienze tra i banchi”.

Gli obiettivi?

Contrastare l’idea, e la pratica, di una scuola alla deriva, ferita a morte da mquotidiane storie di bullismo e di inciviltà.

Fare in modo che siano gli stessi ragazzi, attraverso l’inserimento di video girati da loro stessi sul tema la bella scuola, i principali protagonisti di questa inversione di tendenza, di questo messaggio positivo, di questo tentativo di consolidare idee e modi di fare propositivi.

Contribuire ad affermare un’idea di scuola dove gli elementi di comunicazione e di socializzazione sono una componente fondamentale del processo di apprendimento.

Buona navigazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *