Leggere senza rete

Ricordate? Siamo stati tra i primi a parlarvi di e-book, a preannunciarvi gli sconvolgimenti in atto nel mai abbastanza amato mondo dei libri, ad organizzare apposta per voi “book or e-book”, il primo sondaggio online sul futuro del libro digitale (al quale fate ancora in tempo a partecipare su AustroeAquilone.
Ebbene ci siamo (quasi)! In autunno sarà operativo l’accordo tra Mondadori e Bertelsmann e nel giro di pochi anni i titoli del gruppo di Segrate saranno pronti per essere scaricati su palmari, portatili, personal computer.
Ma da subito la Mondadori annuncia la nascita di un nuovo portale, Scrittori in Corso, dove 20 tra i suoi autori di maggior prestigio avranno “finalmente” il proprio sito web.
Cosa si può dedurre da tutto ciò? Che, piaccia o no, a volte “il nuovo avanza davvero”. Che però questo ve l’abbiamo già detto qualche mese fa. Che perciò per questa settimana proviamo ad essere senza rete. E a proporvi qualche buon libro. Rigorosamente di carta. Con l’aiuto di Valeria Di Paola, giovane “aspirante” lettrice, Armida Lugani, direttrice della libreria Feltrinelli Duomo di Milano e Luigi Morra, che dirige invece la libreria Feltrinelli di Napoli.
Valeria, 13 anni, un amore ancora (troppo) tiepido per la lettura, è stata alle prese, in queste (troppo) assolate giornate di luglio, con un libro di Cyrano de Bergerac, ‘L’altro mondo, ovvero Stati e imperi della luna’, (Theoria, 163 pagine, 22 mila lire). Il risultato? Entusiasmante. Per lei e per noi, quelli dell’ombrellone a fianco, fortunati lettori per caso.
Armida Lugani propone due saggi. ” Il primo è ‘La terza fase’, di Raffaele Simone (Laterza, 152 pagine, 22 mila lire). Tratta dell’analfabetismo di ritorno, delle forme di sapere che stiamo perdendo; il secondo è ‘I nuovi schiavi’ di Kevin Boles, (Feltrinelli, 265 pagine, 30 mila lire): storie di donne e uomini di ogni età umiliati al tempo dell’economia globale”.
“A mio avviso sono tutti e due molto belli – ci dice -. Agili e di facile lettura. Ma che però non rinunciano alla profondità”.
Tra i preferiti di Luigi Morra c’è “Tutto sull’amore”, di Bell Hooks, (Feltrinelli, 172 pagine, 22 mila lire).
“E’ un libro straordinario – afferma – che riesce a parlare in maniera non banale di spiritualità, solitudine, rapporti con l’altro.
Per i più piccoli suggerisco ‘Il nuvolo innamorato e altre fiabe’ di Nazim Hikmet, (Mondadori, 133 pagine, 24 mila lire). Ed in particolare il racconto il gatto e la tigre, che a me è piaciuto tantissimo”.
Infine non perdetevi “Silenzio!”, di Jean Marie Gourio, (Feltrinelli, 167 pagine, 24 mila lire). Perché? “Perché è un libro molto particolare. Perché ha una trama davvero originale. Perché sta avendo successo grazie soprattutto al passa parola di chi lo legge”.
Parola di Armida e Luigi. Gente che di libri se ne intende. Buona lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *